Feindbild, il nuovo album targato Nachtmahr

logo nachtmahr logo nachtmahr

Nachtmahr ha appena pubblicato un nuovo album: si chiama “Feindbild” e – ovviamente – è fantastico.

nachtmahr feindbild cover

La copertina di Feindbild.

Voi ovviamente non potete saperlo ma questo è uno dei dischi che ho atteso con più impazienza negli ultimi mesi.
Fin dai tempi di “Alle Lust will Ewigkeit” il progetto techno-industrial di Thomas Rainer si è meritato uno dei primi posti nella mia personale classifica, almeno per quanto riguarda la musica elettronica.
E adesso, a due anni dallo strepitoso VeniVidiVici, Nachtmahr ritorna con un altro album destinato a farci muovere il culo fino a crollare a terra.

In questi anni l’impronta stilistica del progetto austriaco (austriaco, non tedesco, è importante) è rimasta più o meno invariata, ma si è affinata sempre di più, con una maggiore presenza del cantato – che spacca, per usare un termine tecnico – e melodie più curate rispetto al sound potente ma forse un po’ troppo monolitico dei primi tempi.

live nachtmahr

Nachtmahr in concerto

Feindbild prosegue sulla strada intrapresa con l’album precedente, quasi tutti i brani hanno la stessa struttura ritmica con cassa dritta e pesanti venature marziali e la voce – a volte pulita a volte distorta – che trasuda carisma e pathos di Thomas Rainer.
Liebst du Mich?” e “Stehende Sterben” sono probabilmente i momenti più alti di questo album, oltre alla struggente e bellissima “The Torch“, unico pezzo del disco cantato in inglese.

Una menzione speciale anche per “I Hate Berlin“, un pezzo che in sè non sarebbe tra i migliori dell’album ma che vanta la collaborazione con Fraulein Plastique dei Welle:Erball.

Quest’album non raggiunge il livello del precedente VeniVidiVici che resta secondo me il lavoro più riuscito della band, ma se apprezzate l’industrial techno non potete non ascoltarlo. Rimane comunque una spanna sopra la media del genere.

[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=EA5FIZesmIg” /]

Pro Feindbild: come tutti i dischi targati Nachtmahr è fantastico
Contro Feindbild: non raggiunge il livello di VeniVidiVici

Ps: l’Osservatore Bipolare sta cercando di mettere assieme una band techno-folk-brutal-apocalyptic-reggae, ma ha bisogno di fondi per registrare il primo demo. Vuoi aiutarci? Seguici sulla nostra pagina fb.

CircaDr. Bozer
Fondatore de L'Osservatore Bipolare. Ha bussato alla porta della redazione con una birra in mano chiedendo se c'era un bagno. Da allora non se ne è più andato. Si interessa di musica estrema, tecnologia, futurismo, letteratura e cose strane di vario tipo. Ce l'ha col mondo intero. Dicono che non sia del tutto umano e noi ci crediamo.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.