Miracle Machine: la macchina che trasforma l’acqua in vino

Miracle Machine La Miracle Machine, un gioellino hi-tec.

Ecco la Miracle Machine che trasforma l’acqua in vino: vi raccontiamo tutta la verità.

Miracle Machine

La Macchina dei Miracoli. Sarà vero?

Recentemente abbiamo appreso una notizia che, siamo pronti a scommetterci, farà storcere il naso a molti puristi appassionati di vino.
Viene dagli stati uniti, si chiama “Miracle Machine” e, come il nome lascia intendere, è una macchina che trasforma l’acqua in vino.
Niente magia, ovviamente, ma solo sofisticata tecnologia da ventunesimo secolo applicata all’arte di produrre vino.

Non semplice vino – per quello ci sono già le bustine di vino liofilizzato, o comunque potete allitrarvi di tavernello – ma ottimo vino come lo Chardonnay o il Cabernet.
Direttamente a casa e ad una frazione del prezzo di mercato attuale – si mormora di 1,50 euro per 75cl.
Kevin Boyer e Philip James – i creatori dell’azienda chiamata Customwine che dovrebbe produrre il complicato meccanismo – sostengono che anche per i sommelier più esperti è quasi impossibile rendersi conto della differenza.

Il funzionamento dovrebbe essere semplice: basta mettere dell’acqua e gli ingredienti appositi (un po’ come con le cialde delle macchine del caffè) nella Miracle Machine, avviare la macchina e tre giorni dopo avrete il vostro vino pronto per essere trincato allegrament fino a strisciare sul pavimento.

Il processo di produzione viene monitorato in tempo reale dalla solita immancabile app, che vi avviserà quando vi potrete ubriacare il vino è pronto per essere bevuto.
La Miracle Machine dovrebbe costare circa 350 euro, ma per adesso la Customwine sta ancora cercando i fondi.

Noi dell’Osservatore Bipolare amiamo la tecnologia e l’innovazione, ma solo se questa funziona bene, e l’idea di bere ottimo vino al prezzo del Tavernello non ci dispiace per nulla.

Miracle Machine

La Miracle Machine, un gioellino hi-tec.

Per adesso possiamo solo dire che a livello di design la Miracle Machine è davvero ben fatta, con un bel contrasto tra lo stile hi-tec e il “tappo” superiore in (pseudo?) sughero.

Ma abbiamo conservato la ciliegina sulla torta per la fine: se la cosa vi ha incuriosito vi invitiamo calorosamente a visitare il sito ufficiale, lì scoprirete che le cose non stanno esattamente come sembrano, e che il vero miracolo è molto più interessante.

PRO Miracle Machine: vino di lusso a prezzi popolari
CONTRO Miracle Machine: se funziona come dicono, ovviamente

Ps: L’Osservatore Bipolare beve solo rusticanello, quello da 90cent al litro, anche se sogna un futuro da sommelier. Scommetto che vi state chiedendo come aiutarlo, vero? Beh “piacerci” su facebook, ovviamente 😉

CircaL'Osservatore Bipolare
Ideatore e fondatore de "L'Osservatore Bipolare Web Magazine". Creatore del cielo e della terra e di tutte le cose finite ed infinite.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.