Doug Stanhope, uno spettacolo esilarante tra alcolismo e misantropia

Vi offriamo uno spettacolo che vi lascerà incollati allo schermo: Doug Stanhope – il nostro comico preferito – delira sul palco vomitandovi addosso il suo odio e la sua brutale intelligenza. Da non perdere!

Mercoledì sera, strade deserte, i bar che chiudono presto e nessuno in giro. In tv non c’è niente, se non i soliti programmi demenziali da decerebrati, e voi siete a casa e state facendo la muffa davanti al pc.
Ma l’Osservatore Bipolare vi vuole bene e pensa sempre a come rendere le vostre giornate migliori, per cui è lieto di offrirvi un’ora e mezza di spumeggiante e volgarissimo intrattenimento.
Il tizio del video che pubblichiamo si chiama Doug Stanhope ed è il mio cabarettista preferito, anche se definirlo cabarettista è decisamente riduttivo.

Doug Stanhope beve e fuma per tutto il tempo mentre fa a pezzi i luoghi comuni sulla libertà, sulla famiglia, sul sesso, sulla droga, su tutto ciò in cui dite di credere semplicemente perchè ve l’hanno detto e non vi siete mai presi la briga di pensarci su più di tanto. E lo fa con le armi affilatissime del cinismo, della rabbia, della misantropia e della più brutale e sboccata volgarità.

Lo spettacolo che vi proponiamo – in inglese ma con ottimi sottotitoli in italiano – risale a qualche anno fa, poco dopo la seconda rielezione di George Bush, ma quello che Doug Stanhope dice è ancora attuale, spaziando da un argomento all’altro e facendoci inorridire, ridere e sopratutto riflettere. Da guardare assolutamente.

PRO Doug Stanhope: perversamente meraviglioso
CONTRO Doug Stanhope: non adatto a marmocchi e vecchi bacucchi benpensanti

Ps: L’Osservatore Bipolare ha finito la birra. E voi lo sapete che lui ama bere quasi quanto il nostro amico Doug. Se volete offrirgli una birra, ormai sapete come si fa… mettere mi piace alla pagina fb 😉