Barbie formosa, buona o cattiva idea?

Un artista ha creato una Barbie “Curvy”. A noi sembra una buona idea, a parte un piccolo particolare.

Mi è stato segnalato che qualcuno ha creato una Barbie formosa e ho pensato che sarebbe stato interessante scriverci un articolo.
Così ho cominciato ad informarmi e stavo per scoprire chi è l’autore della suddetta bambola, ma poi qualcosa mi ha distratto.
Pare infatti che l’iniziativa sia stata divulgata da un gruppo su facebook che si chiama “Plus Size Modeling“, così ho visitato la pagina per vedere se trovavo altre informazioni.

Curvy Barbie

La Barbie formosa di cui si parla nell’articolo.

Da allora sono passate circa un paio d’ore e io ho dimenticato che dovevo scrivere un articolo.
Troppa gnocca su questa pagina.
Oggi parlo sempre di gnocca, sarà l’aria della primavera in arrivo.

In ogni caso, com’era del tutto prevedibile, i commenti si sono divisi in due partiti: quelli che non-va-bene-propagandare-l’obesità-come-valore-positivo e quelli che è-una-battaglia-contro-gli-stereotipi-errati-della-nostra-società.

Io sinceramente penso prima di tutto che questa Barbie curvy la potevano fare più carina. Tipo che non c’era bisogno di farle 15 menti, le donne in carne possono avere il doppio mento, ma quei rotolini nel collo sono irrealistici.
Se chi ha fatto la bambola avesse fatto un giro su plus size modeling forse l’avrebbe scoperto in tempo.

Comunque, l’obesità che diventa malattia c’è indubbiamente, ma il concetto di “forma ideale” dovrebbe essere un po’ più elastico.
E’ in base ad esso infatti che vengono fatte le valutazioni (la gente non può fare a meno di etichettare gli altri, lo sappiamo): se una persona pesa più della norma è grassa, sennò è magra.
E se è grassa allora la sua salute è in pericolo.
Che non è sbagliato, ma è un discorso che sta in piedi solo se ci mettiamo d’accordo su quale sia la norma.
Facciamo un esperimento: guardate questa ragazza e spiegatemi da quale angolazione vi sembra malata.

curvy girl

Una ragazza gravemente malata, secondo alcuni.

No, ve lo chiedo onestamente, spiegatemelo. Sarò strano io ma non lo capisco.
Il fatto è che questa ragazza non è malata, può piacervi o no, questo è un altro discorso, ma non è malata.
In altre parole lo standard oltre il quale si parla di obesità dovrebbe essere aumentato un bel po’ per rispecchiare i reali pericoli di un eccesso di peso.

E poi, chi ha problemi di salute dovuti al peso sa a prescindere che deve dimagrire, i medici esistono per questo, del resto.
Ma per ogni ragazza che giustamente vuole dimagrire perchè sta male ce ne sono dieci che vivono nella paranoia di non essere attraenti perchè hanno qualche curva.

curvy girl

“Scusa, chi sarebbe poco attraente?”

L’equazione bellezza=magrezza è falsa, ma se mi permettete di dirvelo, care fanciulle che ci leggete, è una cosa di cui siete convinte solo voi. Noi maschietti non c’entriamo nulla.
Ci credete perchè ve l’hanno detto gli stilisti e l’avete sentito alla tv, cioè dalle uniche due fonti che non dovreste mai ascoltare e da cui non dovreste mai prendere esempi e consigli.
A noi maschietti le curve piacciono (non a tutti, ok, facciamo a un 50%?), siete voi che vi fate paranoie inutili.

Quindi ben venga la propaganda pro-curve, ma per favore la barbie in carne fatela meglio.

PRO Barbie Formosa: le ragazzine impareranno fin da piccole che magra=bella è una stronzata.
CONTRO Barbie Formosa: toglietele i rotolini dal collo.

Ps: stiamo promuovendo la campagna “dona un piatto di pasta all’osservatore bipolare”. Se volete contribuire potete mettere un mi piace alla nostra pagina fb.